AMMAZZATE GLI UOMINI!

MAIN-2_vice_670

Una femminista è arrivata a proporre una diminuzione della popolazione maschile del 90%. Il 10% rimasto, dice la blogger,  vivrebbe meglio, e soprattutto non ci sarebbero più crimini perché il testosterone rimasto sarebbe facilmente gestibile. La signorina, già nota alla stampa per aver lanciato la “giornata internazionale della castrazione“, probabilmente ha ragione. Sia sul fatto che i rimasti se la passerebbero bene, sia sul fatto che la criminalità violenta diminuirebbe. 

Ma nascono un po’ di dubbi:

1 – uccidere tutti quelli che “avanzano” sarebbe il più grande genocidio della storia. Non della storia fino a oggi. Della storia in genere: presente, passata e anche futura. Perché se ne arrivasse uno più grande di così ci estingueremmo e finirebbe la storia.

2 – che le donne commettano meno crimini violenti degli uomini è un fatto. Ma siamo sicuri che commettano meno crimini in generale? Non c’è una prevalenza di genere nel furto. Non c’è nella truffa (anzi, se non sbaglio la campionessa in carica è ancora Wanna Marchi). E via e via. Quindi il crimine più che estinguersi si trasformerebbe. Un premio un po’ magro per un tale spargimento di sangue.

Mi direte voi… “questa è una pazza isolata!”. Ma fatevi un giro su qualche pagina Facebook o sito che tenga sotto osservazione il procedere del pensiero femminista e vedrete che la signorina di cui sopra non è un caso isolato ma la punta dell’iceberg. Certo, si tratta di siti e pagine schierate, e ci troverete anche un sacco di pattume come su tutti i siti: purtroppo l’informazione neutra in rete non esiste, ma cercate di scegliere gli articoli documentati e tralasciate quelli superflui, come in qualsiasi ricerca in rete. Ne otterrete un sacco di dati interessanti

L’osservatorio di “A voice for men“, ad esempio, riporta il fatto che oggi più del 50% delle violenze domestiche ha come oggetto gli uomini. Denigrare gli uomini porta carisma a un personaggio pubblico mentre denigrare le donne porta all’esclusione sociale. L’80% dei barboni è maschio, l’80% dei suicidi è maschio, gli uomini svolgono il 95% dei lavori a rischio vita, hanno meno del 30% del potere di acquisto nei paesi occidentali, compongono il 99% delle vittime di ogni guerra nel mondo e… vengono considerati la classe dominante.

Inoltre la legislazione è arrivata ad un punto tale da impedire ormai di fatto la nascita delle famiglie; infatti, come si legge in un tristissimo commento di un utente: “Gli uomini rifuggono dal matrimonio, sapendo che ormai è per loro un contratto capestro, che i tribunali violano sistematicamente i diritti umani dei papà. Immaginate cosa succederebbe se un dipendente potesse licenziarsi ma continuare ad occupare la sede di lavoro ricevendo lo stipendio a vita, sotto minaccia di far incarcerare il datore di lavoro. Voi assumereste qualcuno? L’economia si fermerebbe.

Nessun sessismo ha mai fatto bene all’umanità. Ma questo sta davvero guadagnando troppo terreno. Ci vuole sempre un equilibrio tra le due forze: il maschilismo può essere distruttivo, certo, ma anche con un femminismo del genere rischiamo l’estinzione se non ci diamo un’aggiustata.

Guido G. Gattai

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...