I saggi consigli della Exxon

exxon-greenwashPrevedere il futuro è complicato, come noto. Ad aiutarci in queso difficile compito c’è però la Exxon che ha pubblicato un corposo paper (The Outlook for Energy: a wiev to 2040) dove viene analizzato il futuro del consumo mondiale di combustibili fossili (carbone fossile, gas naturale e petrolio).

La natura sostanzialmente pubblicitaria di questo testo è meravigliosamente chiara quando si legge, nell’avvertenza che precede il testo, che “Le effettive condizioni future (inclusa la situazione e la crescita economica, l’aumento demografico, la crescita della domanda di energia e il relativo mix, le future fonti di approvvigionamento energetico, i riflessi dello sviluppo tecnologico e le emissioni di carbonio) potrebbero differire in maniera sostanziale a causa di variazioni della domanda, dell’offerta di energia e di situazioni di mercato che potrebbero avere riflessi sui prezzi di petrolio, gas e prezzi di altre commodities energetiche, di cambiamenti normativi e altri eventi politici, dello sviluppo tecnologico, di iniziative di competitors, dello sviluppo di nuove fonti di approvvigionamento, di cambiamenti demografici e di altri fattori trattati negli Scenari […]”.

Con un’avvertenza del genere chiunque potrebbe permettersi di pubblicare un Outlook contenente più o meno qualsiasi cosa, anche la meno probabile: ed in effetti la Exxon ci è riuscita, pubblicando un documento in cui la parte più interessante sono inevitabilmente le belle fotografie che fanno da complemento al testo.

Senza titoloMeglio farebbe la Exxon ad anticipare i tempi dichiarando pubblicamente quale sia la situazione dei propri giacimenti di petrolio ed ammettendo francamente che la produzione futura di greggio è destinata a calare inesorabilmente creando una complessissima serie di contraccolpi sull’economia mondiale; ovviamente questo non avverrà, dato il fatto che già oltre 10 anni fà sarebbe stato possibile non pubblicare ma anche solamente commentare dati da lungo tempo pubblici che preannunciavano esattamente questo.

E’ anche da notare che giusto quasi 10 anni fa la British Petroleum ha cambiato nome in Beyond Petroleum: non sono seguiti poi atti di grande coerenza neanche nel caso della BP, ma la Exxon, pubblicando dei report come quello del 2014 si conferma sempre di più come una delle punte di diamante del negazionismo e di un approccio volutamente minimale ad un problema di dimensioni assolutamente schiaccianti che la stessa Exxon ha contribuito per prima in assoluto a far sorgere.

Avvertenza:

Gli Scenari Energetici contengono informazioni che hanno carattere di previsione. Le effettive condizioni future Senza titolo(inclusa la situaizione e la crescita economica, l’aumento demografico, la crescita della domanda di energia e il relativo mix, le future fonti di approvvigionamento energetico, i riflessi dello sviluppo tecnologico e le emissioni di carbonio) potrebbero differire in maniera sostanziale a causa di variazioni della domanda, dell’offerta di energia e di situazioni di mercato che potrebbero avere riflessi sui prezzi di petrolio, gas e prezzi di altre commodities energetiche, di cambiamenti normativi e altri eventi politici, dello sviluppo tecnologico, di iniziative di competitors, dello sviluppo di nuove fonti di approvvigionamento, di cambiamenti demografici e di altri fattori trattati negli Scenari e nella sezione “Factor Affecting Future Results” – alla pagina “Investors” – del sito www.exxonmobil.com. Si invita a consultare anche il punto 1A dell’ultimo Form 10-K della ExxonMobil.

Giovanni Pancani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...